Note critiche

 

 

L'artista si lascia trascinare dalla gestualità, sorretta da una straordinaria fantasia.

Nascono opere impegnate, ricche di motivi surreali ed allegorici......

Da multiformi situazioni nascono "i suoi viaggi dentro", in cui percepisce tutto un lato nascosto che si rivela, talvolta a spirali, come avviene nella pittura tras-medianica. Le sue elucubrate immagini si avvalgono di arabeschi, di decorazioni che s'apparentano all'art decò; di geometrie d'un continuo espressionismo astratto, notevole per impegno e singolare creatività.

In fondo le sue sculture sono pitture scenografiche in movimento: non immobili statue sprofondate nell'essere.

Egli dipinge pannelli a tecnica mista su legno e tela cartonata, in un risorgente motivo che si trasmette a tutta l'opera.....

In sostanza c'è in ogni opera un ragionamento filosofico che avvince e trascina il fruitore a meditare sul significato delle apparenze e degli squarci di umanità recondita, per approfondire il mistero del creato.

 

Antonino De Bono