Conoscere l'artista

 

Chi è Carlo Conti

Carlo Conti nasce a Milano il 2 novembre 1927, città in cui tutt’ora vive ed opera. La ricostruzione storiografica dei suoi primi esperimenti artistici risulta difficile, nondimeno possiamo dire che già nei primissimi anni delle scuole elementari i compagni e gli insegnanti lo chiamavano "Il fenomeno della pittura". Nell'arte egli scopriva se stesso, la sua fantasia, la sua capacità creativa, il suo straordinario potere di oggettivare in forme estetiche tutto il proprio mondo interiore. Inizialmente fece uso del pastello, ma, poiché questo gli sembrava superficiale e incapace di rendere l'intero spessore della realtà, ricorse all'olio, dal quale non si allontanò mai più.
Verso i quattordici anni incominciò a frequentare lo studio di Beltrame, nelle cui opere scoprì il modo di rendere il senso del movimento e la triplice dimensione dello spazio, anche attraverso il rapporto della luce e dei colori.
Purtroppo, però, due anni dopo, e fino al 1956, dovette dedicarsi, sia pure in veste d'insegnante, alla produzione in serie, firmandosi con lo pseudonimo di Carlos Contin. Ma i critici più attenti riconobbero in quelle opere la mano esperta e preziosa di Conti e lo spinsero ad organizzare le prime mostre e a partecipare ai primi concorsi. Il successo fu strepitoso e i riconoscimenti sempre più numerosi e più prestigiosi.
La sfortuna in agguato, però, lo colpì alle mani con una forma di allergia al colore, per cui fu costretto a rinunciare alla pittura per un lungo periodo di dodici anni, dal 1957 al 1969. Fu curato e guarito, in modo quasi prodigioso, da un esperto di agopuntura di Bangkok, suggeritogli da un pittore dilettante giapponese, incontrato per caso in un ristorante di Milano.
Ripresa l'attività artistica, ritornarono immediatamente i successi, i quali continuano tuttora ininterrottamente. Elencare tutti i premi ottenuti da lui sarebbe un'impresa impossibile, come impossibile è citare tutti i quotidiani, tutti i periodici e tutte le reti radiotelevisive che si sono occupati di lui nei più evoluti paesi del mondo, a partire dall'Unione Sovietica e dal suo massimo organo di stampa che è la "Pravda".

 Torna a indice

          

 

© Gráficos Amary
Copyright  2002~Todos los derechos reservados