Conoscere l'artista  

 

 

Chi è Teresa Gonzalez Diaz

Per conoscere Teresa Gonzalez Diaz è necessario saper leggere le sue opere, che sgorgano dal profondo della sua anima e si esprimono attraverso una simbologia che è molto simile ai viaggi mistici trascendentali, cui molti uomini fanno ricorso nella ricerca del sé. 

Teresa proviene dalla Repubblica Dominicana, che è stato il crocevia, l’anello di congiunzione fra antico e nuovo continente, crogiuolo di nuove espressioni e spiritualità.  Le sue isole poste al centro dell’Oceano Atlantico, in una cornice da sogno, fra spazi immensi, barriere coralline e la ricchezza lussureggiante della natura; hanno contribuito a far sì che si creasse una miscellanea ricca d’espressioni empiriche e di voli fantastici, che caratterizzano la personalità dell'artista.  Nella sua terra natia si sono fuse, culture e religioni diverse: quelle degli indios locali, la cristiana e l’animismo africano.

Teresa ha ereditato da questo miscuglio la parte migliore e l’ha tradotta nei suoi studi esoterici e parapsicologici, approfondendo queste materie e diventano un’ottima pranoterapeuta.

Dalle sue mani non sono uscite solo creazioni artistiche, ma il colore tradotto in energia, che ha permesso a molti di trarre beneficio personale.

La sua natura umana è l’espressione vivente della generosità e non si esaurisce soltanto attraverso la donazione pranica e la creatività artistica, ma cerca nuove forme d’espressione.

E’ qui che arte e parapsicologia si fondono, è dai suoi voli medianici che si generano le visioni dalle quali trae spunto e che, a malapena, le tele riescono a contenere.

E’ l’infinito il termine che torna più frequente nelle opere di Teresa, perché è dall’infinito che lei trae le sue ispirazioni e all’infinito tende inesorabilmente.

I suoi viaggi medianici passano attraverso le sensazioni e le percezioni, ma non si perdono nell’irreale, al contrario si realizzano passando dal sogno alla realtà fisica e tangibile delle tele, permettendo all’osservatore di goderne almeno l’ombra fisica.

E’ anche questo un dono, un modo di dare, una maniera di trasmettere energia, infatti, nel suo ricco universo di sensitiva albergano moltissime qualità e fra queste vi è la percezione di quei colori ultrasensibili, che i nostri occhi umani non riescono a vedere.

Lei riesce a catturarli, selezionandoli fra infrarossi e ultravioletti, per renderli visibili, traducendoli in simbologie a noi famigliari. 

I grandi occhi delle sue figure femminili, i fiori, l’acqua, gli orizzonti, gli amplessi luminosi d’amore fra i corpi che escono pudicamente dalle acque purificatrici, delle sue cascate immaginarie: un tutto che rende universalmente comprensiva la pittura di Teresa Gonzalez Diaz.

             Adriana Bolchini

Teresa Gonzalez Diaz è nata a San Pedro de Macoris,

 nella Repubblica Dominicana,

vive ed esercita la sua professione a Bologna tel. 338 – 89.67.173

Lascia un messaggio all'artista