Allegoria astrologica 

  tratta da “Zodiacale, linguaggio dimenticato” Alba Nera

Dall'Ariete al Cancro

 

Un mattino Dio chiamò a se i suoi 12 figli ed in ognuno di loro, cosparse il seme della vita umana.

Uno dopo l’altro i bambini fecero un passo in avanti per ricevere il dono, che era stato a loro assegnato.

A te ARIETE: io per primo do il mio seme, in modo che tu abbia l’onore di poterlo piantare.  Per ogni seme che pianterai più di un milione ne spunterà nelle tue mani, ma non avrai il tempo di vedere crescere quel seme, poiché tutto ciò che pianterai, creerà a sua volta altri semi, che necessiteranno di essere piantati.

Sarai il primo a penetrare nei meandri delle menti umane, portando la mia idea. Non è però tuo il compito di nutrire tale idea o metterla in qualche modo in dubbio. La tua vita è azione e l’unica azione che ti chiedo è di fare in modo che l’uomo divenga consapevole della mia creazione.  Perché tu possa eseguire meglio il tuo lavoro, ti farò dono della fiducia in te stesso. 

Ariete fece un passo indietro e ritornò al suo posto.

A te TORO:  io do il potere di trasformare il seme in sostanza.  Il tuo compito è molto grande e richiede un’altrettanto grande pazienza, poiché dovrai portare a termine tutto ciò che è stato iniziato, altrimenti i semi saranno spazzati via dal vento.  Per adempiere a quanto ti chiedo di fare, non dovrai fare domande, non dovrai cambiare idea giunto a metà del tuo lavoro e soprattutto non dovrai dipendere da nessuno.   A questo scopo ti farò dono della forza: usala saggiamente.

Toro fece un passo indietro e ritornò al suo posto.

A te GEMELLI, do le domande senza darti anche le risposte, in modo che tu possa acquisire la piena comprensione di tutto ciò che l’uomo vede attorno a sé.  Non saprai mai perché l’uomo parli o perché ascolti, ma nel tuo bisogno di risposte troverai il mio dono: la conoscenza.

Gemelli fece un passo indietro e ritornò al suo posto.

A te CANCRO, do il compito di far conoscere agli uomini, la natura dell’emozione.  La mia idea li spingerà ad indurli a ridere e a piangere, cosicché tutto ciò che vedranno e penseranno, svilupperà man mano, il loro senso di pienezza interiore.  A questo scopo ti farò dono della famiglia, in modo che la tua pienezza possa moltiplicarsi.   

Cancro fece un passo indietro e ritornò al suo posto.

 

  

Creaciones Lilian© Copyright Septiembre 2001