Il Cavallo -  mitologia e storia

Fernanda Nosenzo

“L’Uomo sarebbe rimasto uno schiavo se il cavallo non lo avesse reso un Re”

 è una citazione di Elwyn Hartley Edwards

 

Il cavallo, nei suoi significati riassuntivi, è sicuramente l'animale che dal punto di vista simbolico si è maggiormente radicato nelle tradizioni e nella memoria d’ogni popolo della terra.

Riveste simbolismi molteplici e spesso contrastanti, a seconda dei miti, delle leggende e persino dei significati magici che ha rivestito presso le varie popolazioni.

Dal punto di vista psicanalitico, secondo la metodica junghiana, è un’espressione dell’ inconscio.

Altre scuole psicanalitiche hanno individuato nell'animale il significato della psiche che trascende l'umanità, altre ancora l’hanno collegato ad una manifestazione dell’impetuosità dei desideri e delle passioni.

In particolare, però, il cavallo di colore bianco rappresenterebbe l'istinto umano controllato (cfr. teoria psicanalitica del "cavallo celeste"), già in precedenza controllato e sublimato, foriero delle più nobili conquiste spirituali e morali dell'uomo.

Secondo l’ottica archetipica, il cavallo è associato alle tenebre del mondo ctonio, sia che l'animale emerga dalle viscere della terra, sia che scaturisca dagli abissi oceanici ed è

considerato figlio della notte e del mistero, significatore di morte e di vita insieme.

E' connesso sia al fuoco, come spesso è indicato in gran parte della mitologia nordica ed europea continentale, che all'acqua, come nei miti classici greco-levantini.

Infatti, in questa sua prima accezione, l'animale si eleva in alto verso la dimora degli dèi, in piena luce.

 

l'immagine è di Jim Warren

 

Diviene luminoso, solare o uranico.

E' il veicolo principale del trasporto delle anime degli eroi nel paradiso nordico del Wahallah, cavalcatura preferita dalle Valchirie solari.

 

Pagina 1

Pagina 2

Pagina 3





Painting by © Salvador Dali (1904-1989)
The Happy Unicorn 1977 - Spain

le immagini sono di Jim Warren e Boris Vallejo