Trilussa pag. 2 

BESTIARIO

 

 

All'ombra


Mentre me leggo er solito giornale
spaparacchiato all'ombra d'un pajaro,
vedo un porco e je dico. Addio, majale!
vedo un ciuccio e je dico. Addio, somaro!

Forse ste bestie nun me caperanno,
ma provo armeno la soddisfazzione
de potè di' le cose come stanno
senza paura de fini in priggione.

 

 

 

Er porco er somaro

 

Una matina un povero somaro
ner vede un porco amico annà' ar macello,
sbottò in un pianto e disse: addio, fratello
nun ce vedremo più nun c'è riparo!


Bisogna esse' filosofo,bisogna
je disse er porco: via nun fa' lo scemo,
chè forse un giorno ce ritroveremo
In quarche mortatella de Bologna!

 

 

 

El  leone riconoscente


Ner deserto dell'Africa, un leone
che j'era entrato un ago drento ar piede,
chiamò un tenente pe' l'operazzione.
Bravo! je disse doppo Io t'aringrazzzio:
vedrai che te sarò riconoscente
d'avemme libberato da 'sto strazzio;
qual'è er pensiere tuo? d'esse promosso?
Embè, s'io posso te darò 'na mano...


E in quela notte istessa
mantenne la promessa
più mejo d'un cristiano;
ritornò dar tenente e disse: amico,
la promozzione è certa, e te lo dico
perché me so' magnato er capitano.

 

 

 

La paura

 

So' coraggioso e forte!
disse un cavallo ar mulo: e vado ar campo
pieno de fede, sverto come un lampo,
tutto contento de sfidà la morte!
Se arriva quarche palla che m'amazza 
sacrifico la vita volentieri 
pe' la conservazione de la razza.

capisco, disse er mulo:
ma, su per giù, pur'io 
che davanti ar pericolo rinculo,
nun conservo la razza a modo mio?

 

 


L’omo e la scrimmia

 

L' omo disse a la scimmia
sei brutta, dispettosa,
ma come sei ridicola!
Ma quanto sei curiosa!
Quann'io te vedo, rido:
rido nun se sa quanto!...

La Scimmia disse: 

sfido! T'arissomijo tanto!

 

 

 

 

logo

 Copyright © 2001-2002 webDesigns. All Rights Reserved.