Tradito

 

Rimango qui sdraiato sotto il sole

pensando a quando avevo pochi giorni

tranquillamente aspetto che ritorni

chi mi rassicurò con le parole.

 

Mi sembra assurdo eppure mi ha legato

da tempo attendo con l’arsura in gola

il mio pensiero ancora non s’immola

al fatto che qui m’abbia abbandonato.

 

Ripenso a quella mano e alla carezza

che prima di dormire lui mi dava

ed oggi la ferocia sua sfogava

colpendomi senza pietà o incertezza.

 

Un corpo mi ritrovo mutilato

il sangue s’è rappreso sul mio pelo

eppure quella voce ancora anelo

per lui son monco ma l’ho perdonato.

 

La lingua passo sulle mie ferite

ed il dolore è diventato immane

perché se pure sono solo un cane

amare son le lacrime sfuggite.

 

Dove ho sbagliato ancor non l’ho capito

e sto morendo in questo modo atroce

socchiudo gli occhi e sento la sua voce…

è quella dell’amico che ha tradito.


HOME